Intelligenza emotiva e lavoro



La tua salute ha un'influenza enorme sul livello di motivazione e lo stesso accade con l'ambiente. 

Per ambiente si intende l'aria, la luce, i suoni e gli oggetti del luogo di lavoro. Questi elementi devono contribuire il più possibile al tuo benessere, se vuoi concentrarti in modo ottimale e produttivo. 

L'aroma della menta piperita e del cedro, aumentano la concentrazione e i livelli di energia. 

Il 54% delle persone al lavoro sui computer, fa meno errori di battitura quando l'ambiente è profumato al limone, il 33% in meno col gelsomino, il 22% con la lavanda; oppure, è stato dimostrato che la musica di Mozart aumenta l'acutezza mentale

La musica barocca con meno di sessanta battute al minuto può aiutare a stimolare la concentrazione. 

L'illuminazione può influire sulle motivazioni. Alcune ricerche in Oregon hanno esaminato numerose persone depresse durante i mesi invernali, arrivando alla conclusione che la depressione era dovuta alla mancanza di raggi ultravioletti (UV) che colpiscono il lobo occipitale del cervello. 

Questa sindrome è attualmente nota come SAD (Disturbo Affettivo Stagionale), facilmente curabile sedendosi sotto una fonte di luce ultravioletta. Anche il colore è correlato alla luce e anche i colori influiscono sulla motivazione. 

Il rosso fa aumentare i battiti cardiaci, il verde e il blu calmano, il giallo facilita la creatività e l'energia. Circondati di oggetti che ti siano di supporto motivazionale (Hendrie Weisinger, Intelligenza emotiva al lavoro)

Allineamento delle percezioni

Mandala

Il nostro corpo è composto al 90% d'acqua. Le frequenze sonore fanno vibrare l'acqua nel corpo. Questa risonanza può indurre dei cambiamenti.

Lo svizzero Hans Jenny ha dimostrato un effetto morfogenetico delle onde sonore e ha chiamato questo studio cimatica.

Clicca qui e ascolta (con cuffie o buone casse)

Introduzione a un sintomo nevrotico

L’angoscia è un sintomo nevrotico. Quando è rimossa si manifesterà sotto forma di irrequietezza, tachicardia o respirazione affann...