L'ostacolo è la rabbia

foto di Erwin Olaf



Il masochista non può sopportare una forte scarica.

Wilhelm Reich rilevò che il masochista trasferisce alla funzione genitale una liberazione di tipo anale che forma una curva piatta di eccitazione e di scarica energetica.

Dietro questi comportamenti c’è il timore che una forte scarica energetica laceri le gravi tensioni causando un grande dolore.

Anche ad un’analisi superficiale il paziente masochista rivela una certa confusione nell’espressione delle sue emozioni, di cui egli stesso si lamenta. 

Questo tipo di paziente soffre di un blocco nella capacità di esprimere un’idea o un sentimento e a dispetto di questa apparente goffaggine nell’espressione, il masochista è molto intelligente e sensibile, la sua percezione  e comprensione del comportamento altrui è penetrante e accurata; per contro ignora le forze che determinano la sua condotta.

La sua intelligenza è al servizio della sua sfiducia e svolge quindi un ruolo diabolico nella sua vita privata.

Il masochista è consapevole dell’ambivalenza di amore e odio che determina la sua condizione e ciò determina uno schiacciante senso di colpa e un Super-Io terrificante che lo tormenta.

Ogni impulso aggressivo, ogni movimento o gesto mostrano l’ambivalenza, l’irrisolutezza e l’incertezza di questo tipo di carattere. Prima che un impulso si possa esprimere completamente, il paziente è raggiunto dal dubbio e dall’incertezza e sarà represso oppure trattenuto o spinto alla resistenza.

Solo un’analisi approfondita rivela la collera e il furore bloccati.

Nel carattere masochista c’è un senso di tensione interna e di angoscia e un forte bisogno di approvazione che limita i gesti di autonomia. L’analisi non potrebbe avere paziente più volenteroso ma anche quello che produce i più scarsi risultati. 

Il paziente tende a riprodurre nel lavoro analitico quella palude stagnante che sente in se stesso.

L’analisi dei tratti comportamentali del masochista rivela che ha una tipica espressione di innocenza e di ingenuità; la forma degli occhi può assumere l’espressione di ingenua sorpresa, il sorriso è buono e gentile e nasconde un ghigno stupido o sprezzante, paura, disprezzo o un’espressione di disgusto.

Il carattere masochista presenta una muscolatura ipertrofizzata e una spiritualità ridotta, quasi che il sistema muscolare sopraffacesse il lato spirituale dell’organismo e lo stroncasse. 

Il masochista è legato alla terra e la sua aggressività è ridotta, perché la muscolatura sviluppata non ha funzione di movimento ma funzione di presa. Il masochista si aggrappa, cerca approvazione e reprime l’aggressività per paura che possa emergere la collera e il disgusto che si nascondono in profondità.







Post più popolari